Developed in conjunction with Joomla extensions.

Ci Penso Io...!

COLABORAMOS

SITIOS AMIGOS

NOS APOYAN

Eventi

July 2022
M T W T F S S
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Counter

Today29
Month341
All267303

Cerca


REGISTRO DE OBRAS

Il cuore che si "emoziona" e guida il nostro cervello per UniPi News

Vi presentiamo il recente articolo sullo studio dell'Università di Pisa in collaborazione con l'Università di Padova e

l'University of California Irvine pubblicato nei "Proceedings of the National Academy of Science of the USA"

VERSIONE SPAGNOLA

"Le emozioni nascono nel cuore, e non nel cervello, dicevano i poeti. Ora la ricerca scientifica conferma le fondamenta di

questo topos letterario.

Uno studio dei bioingegneri dell'Università di Pisa in collaborazione con l'Università di Padova e l'  A corazon cerebro22

University of California Irvine e pubblicato sulla rivista "Proceedings of the National Academy of

Science of the USA" analizza il meccanismo che ci porta a provare una specifica emozione a fronte

di determinati stimoli e trova nel cuore la radice delle emozioni.

"Che il corpo giochi un ruolo fondamentale nel definire gli stati emotivi è ormai ampiamente riconosciuto dalla comunità

scientifica – spiega Gaetano Valenza, docente di bioingegneria al Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione

dell'Università di Pisa e ricercatore al Centro "E. Piaggio" – Tuttavia, se escludiamo alcune teorie proposte agli inizi del 

secolo scorso, fino ad ora l'attività cardiovascolare è stata vista come un semplice supporto metabolico a sostegno del

cervello.  E solo il cervello sarebbe la sede dei processi biologici responsabili dell'esperienza emotiva cosciente. Noi abbiamo

invece evidenze del fatto che l'attività cardiovascolare gioca un ruolo causale nell'iniziare e nel sentire una specifica

emozione, e precede temporalmente l'attivazione dei neuroni della corteccia cerebrale.

In sostanza, per dirla parafrasando William James, che fu il padre, insieme a John Lange, della  A taquiCARDIA

cosiddetta teoria periferica delle emozioni, non abbiamo la tachicardia perché abbiamo paura, ma la

sensazione di paura è l'esperienza emotiva cosciente innescata dalla tachicardia".

Per dimostrare questa teoria sono stati utilizzati modelli matematici complessi applicati ai segnali

elettrocardiografici ed elettroencefalografici in soggetti sani durante la visione di filmati con contenuto emotivo altamente

spiacevole o piacevole. I ricercatori hanno così scoperto che nei primi secondi lo stimolo modifica l'attività cardiaca, che a

sua volta induce e modula una specifica risposta della corteccia. Un continuo e bidirezionale scambio di informazioni tra

cuore e cervello sottende quindi l'intera esperienza cosciente dell'emozione e, soprattutto, della sua intensità. "Ovviamente –

prosegue Valenza – la complessità delle emozioni che proviamo deriva da uno scambio molto complesso tra il nostro sistema

nervoso e i vari sistemi "periferici", ma è l'attività cardiaca, e non quella cerebrale, a dare il via all'esperienza emotiva." 

A CEREBRO22

Per potere estrarre da una semplice analisi dell'ECG la valutazione di uno stato emotivo, i ricercatori

hanno sviluppato delle equazioni matematiche in grado di "decodificare" continuamente la

comunicazione cuore-cervello nei diversi stati emozionali. 

In pratica, data una certa dinamica cardiaca, in un futuro prossimo, potrebbe essere possibile

comprendere quale emozione è stata provata dal soggetto sotto osservazione, per esempio

utilizzando uno smartwatch.

"La scoperta può avere delle ricadute molto rilevanti sulla comprensione dei disturbi psichici e sulla loro relazione con la

salute fisica – afferma Claudio Gentili, del Dipartimento di Psicologia Generale e Centro per i Servizi Clinici Psicologici

dell'Università di Padova – e può spiegare perché soggetti con disturbi affettivi, come la depressione, sono associati ad una

maggior probabilità di sviluppare patologie cardiache, o, viceversa, tra soggetti con problemi cardiaci quali patologie

coronariche o aritmie si riscontra un incremento di ansia e depressione. Il nostro lavoro, oltre a riportare in auge la teoria

della genesi periferica delle emozioni, conferma le più recenti posizioni neuroscientifiche che propongono di superare il

dualismo tra il cervello inteso come organo esclusivo della mente e il corpo, suggerendo come noi non siamo (solo) il nostro

cervello".

(De: https://www.unipi.it/index.php/news/item/23639-il-cuore-che-si-emoziona-e-guida-il-nostro-cervello. Foto: Google) 

Le Impronte del Bosco ODV

Vi presentiamo una giovane associazione che aiuta oltre 340 animali ogni giorno con la quale poteteBOSCO 3 5

collaborare. VERSIONE SPAGNOLA

Le Impronte del Bosco è una giovane associazione per la tutela degli animali.
La Presidente è la Dr.ssa in Medicina Veterinaria Gessica Senzamici e la Vicepresidente è Alessandra Migliorini, studentessa di Medicina Veterinaria.

Stiamo lavorando a due obiettivi principali: la costituzione di un Rifugio per animali definiti "da

reddito" e non, in particolare una mandria al momento composta da più di 70 bovini, un gregge di

oltre 200 ovicaprini, 2 cavalli, 22 cani, 10 gatti e 10 maiali; sotto la gestione della dott.ssa Senzamici, la costituzione di un

Centro di Recupero Animali Selvatici recuperati nella provincia di Arezzo.

Lo scopo è quello di prestare cure veterinarie al fine di poter immettere nuovamente in natura questi animali a seguito di un periodo di riabilitazione, e ospitare permanentemente gli animali non in condizioni di essere liberati.

Il progetto e l'associazione stessa sono stati fondati a seguito della gestione di un'emergenza riguardante BOSCO 5 5

un'attività produttiva in chiusura: un allevamento che già operava senza macellare gli animali ma che in

concomitanza della chiusura dell'azienda ha chiesto aiuto per salvarli invece di destinarli alla vendita.

Alessandra è quindi intervenuta come volontaria e ha preso contatti con i Rifugi della Rete Dei Santuari Di

Animali Liberi, insieme ai quali abbiamo trovato casa sicura per 280 capre e pecore.

In questo contesto, grazie ad una pecora che necessitava di cure abbiamo conosciuto la dott.ssa

Senzamici.

A fronte dell'estrema difficoltà nel trovare sistemazioni valide per un così elevato numero di animali, i problemi derivanti dalla

necessità di continui controlli post-affido, le ingenti spese di trasporto e anche e soprattutto per la volontà di preservare i

legami fortissimi che uniscono i membri della mandria di bovini, dopo alcuni mesi di lavoro intenso abbiamo deciso di

trasformare la gestione dell'emergenza nella costruzione di qualcosa, e nel settembre 2021 di fondare l'associazione per

costituire per gli oltre 300 animali rimanenti un vero e proprio progetto di Rifugio.

Ci saranno molti lavori da effettuare per adeguare il luogo dove vivono gli animali ad ospitare un  BOSOC 7 5

progetto a lungo termine e molte spese da sostenere oltre a quelle che già sosteniamo ogni giorno,

ma la mancanza di una valida alternativa per questi animali ci rende molto determinati.

La situazione unica da cui è nato questo progetto è anche il suo punto di forza: non possiamo

adeguare l'obiettivo al budget, ma dobbiamo adeguare il nostro sforzo all'obiettivo, cioè prenderci

cura di tutti loro!

Siamo nati PER loro.

Siamo l'unica associazione no-profit in Italia che si occupa di un numero così elevato di bovini, con tutte le spese a ciò

collegate.

E' un percorso difficilissimo ma la nostra speranza è quella di coinvolgere sempre più persone e BOSCO 2 5

farle appassionare alle meravigliose dinamiche che legano questi animali nella loro individualità e

socialità, alla vita di questi animali come soggetti che si autodeterminano, e non come oggetti.

...COS'È UN'ODV?

L'associazione o organizzazione di volontariato (ODV) è un ente senza scopo di lucro che persegue

scopi solidaristici avvalendosi in modo prevalente del volontariato dei propri associati. In questo caso l'associazione si

occuperà di progetti di tutela degli animali.

...UN RIFUGIO?
Parte del progetto è di offrire una nuova casa per la vita alla mandria di bovini e al gregge di  A BOSCO 1 5

ovicaprini di cui già ci occupiamo, entrambi non produttivi.  La mandria ha vissuto molti anni

insieme e i membri che la compongono sono uniti da legami fortissimi e complessi.

Vogliamo costruire una dimora dove possano continuare a vivere liberi e uniti.

COME PUOI AIUTARCI?

Ogni giorno le spese di mantenimento della mandria e del gregge sono altissime: utte le settimane

dobbiamo acquistare carichi di fieno per i bovini e per il gregge, e tutti i giorni la razione quotidiana di mangime per gli

animali. In questa fase dove il progetto di Rifugio è in fase di organizzazione possiamo contare solo sulle donazioni libere per

continuare a garantire la libertà agli animali. BOSCO 6 5

Ogni piccolo aiuto è gigante e aggiunge un mattoncino essenziale alla riuscita del progetto! Dona

fienoDona mangime. Adotta a distanza.

Grazie!

(De: https://www.leimprontedelbosco.org/chi-siamo, con permesso della ODV. Foto: Fb Le

Impronte del Bosco)

Giornata della Terra 2022 per UniPi News

"In occasione della Giornata della Terra, il 22 aprile 2022, gli studenti del programma di dottoratoA EARTH22

nazionale in Sviluppo sostenibile e cambiamento climatico (PhD SDC) organizzano un

convegno online, il 22, e il giorno successivo l' "Earth Day Clean-Up", un'iniziativa per ripulire

un'area verde.

Earth Day online event 22 aprile 2022

Il convegno, con relatori da tutto il mondo, si aprirà in mattinata con una sessione di yoga online e continuerà nel pomeriggio con storie personali, prospettive internazionali e video dallo spazio, offrendo un approccio olistico alla vita sul nostro pianeta.

Programma

7:30-8:30 Waking up to Earth Day: A Yin Yoga and Mindfulness Practice /Lilja DahlA EARTH 3 22
15:15 -16:45 Welcoming Remarks + PhD. SDC presentation /Mario Martina
16:45 - 17:30 Water Grabbing: From Scarcity to Conflicts /Giorgio Kaldor
17:30 -18:15 Social and Climate Justice: Presenting Slow Factory /Celine Semaan - Vernon
18:15 - 18:30 Break
18:30- 19 Monitoring Earth from Space: How can planetary stability be studied from a space perspective? /Giovanni Poggiali
19:00 - 19:40 The Overview Effect + Screening of the Overview Movie /
Sahba El-Shawa
19:45 Event Wrap-up

Registrati gratuitamente all'evento qui: https://iusspavia.zoom.us/webinar/register/WN_chT14UE8RKCRA23y1gS7Qw

Earth Day Clean-Up Sabato 23 aprile 2022

L'evento "Earth Day Clean-Up" si terrà a Pisa, per promuovere uno stile di vita attento all'ambiente. A EARTH 1 22

Lavoreremo insieme per ripulire un'area verde della città il 23 aprile e poi terminare la giornata una

piacevole happy hour!
Punto d'incontro: Giardino Scotto, Pisa
Inizio della passeggiata di pulizia: 16:00

Dopo la passeggiata aperitivo presso "La Bottega di Fattoria Le Prata", Lungarno Pacinotti  24. https://www.fattorialeprata.it/?page_id=718

L'evento è organizzato dai dottorandi del Programma nazionale Sviluppo Sostenibile e Cambiamenti Climatici, con sede a IUSS Pavia, con la collaborazione di OnEarth Project ed è registrato nella mappa ufficiale degli eventi della Giornata della Terra; puoi vederlo qui: https://www.earthday.org/campaign/cleanup/

Info e Contatti: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

(De: https://www.unipi.it/index.php/unipieventi/event/6353-giornata-della-terra-2022)

:: Cipensoio ::, Powered by Joomla! Hosting by SiteGround

INFO


Blog Ci penso io: ponte di Cultura, Comunicazione e Commercio fra la Toscana e le Canarie. Idea originale di S. Garro

Registro de Obras Nº:

610144366 (Todos los derechos Reservados)


CONTACTO


Sede Legale:

Via F. Dal Borgo 3, 56125 Pisa (Italia)

Mail:

info@cipensoio.es

SOCIAL


Facebook


Instagram


Twitter


Pinterest


LinkedIn


Tumbrl


Icons made by Freepik from www.flaticon.com