Developed in conjunction with Joomla extensions.

Ci Penso Io...!

COLABORAMOS

SITIOS AMIGOS

NOS APOYAN

Eventi

February 2024
M T W T F S S
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29

Counter

Today22
Month742
All291121

Cerca


REGISTRO DE OBRAS

Intelligenza Artificiale “coltivata” direttamente in laboratorio per la SNS News

VERSIONE SPAGNOLA

Si chiama "AICult: Artificial Intelligence with Cultured Neuronal Networks" il progetto di A I NEU

cui è parte il Laboratorio di Biologia della Scuola Normale Superiore: obiettivo sviluppare reti

neurali capaci di svolgere compiti di Intelligenza Artificiale.  L'articolo è stato pubblicato sul

numero di settembre 2023 di EXL Magazine.

"Il Laboratorio di Biologia della Scuola Normale Superiore è partner di un progetto per la creazione

di intelligenza artificiale direttamente da cellule cerebrali coltivate in laboratorio.

Si chiama "AICult: Artificial Intelligence with Cultured Neuronal Networks" e ha ottenuto un finanziamento Prin: è

realizzato insieme a Isti-CNR (Principal Investigator) e Sissa di Trieste.

Da anni in ambito medico si cerca di ricreare determinate funzioni cerebrali con programmi di intelligenza artificiale, che si

basano su reti neurali artificiali (ANN). GLI ANN, modelli matematico-informatici ispirati al modello delle reti neurali

biologiche, sono capaci di apprendere perché sfruttano meccanismi simili a quelli dell'intelligenza umana e degli animali più

evoluti. Insomma, funzionano perché "copiano" le reti neurali biologiche vere. A Redes AI

«Il nostro obiettivo è un deciso cambio di paradigma – spiega Federico Cremisi, professore di

Fisiologia della Scuola Normale Superiore -. Le reti neurali che andremo a sviluppare non sono

repliche di modelli, ma reali, coltivate da cellule cerebrali. L'obiettivo è creare dispositivi basati su

colture di cellule cerebrali capaci di apprendere e svolgere compiti di Intelligenza Artificiale. Per ottenere questo saranno

integrate competenze di intelligenza artificiale, neuroscienze e biologia cellulare».

Gli ambiti di applicazione di questa nuova tecnologia sono i più svariati: sicuramente il primo e più immediato è quello

biomedico. Il Laboratorio di Biologia della Scuola Normale è attivo in molteplici filoni di ricerca ma soprattutto sulla plasticità

cognitiva e dunque sullo studio di malattie neurodegenerative come l'Alzheimer. Dunque è in questo specifico ambito che

potrebbero concentrarsi i primi risultati: la realizzazione di retei neurali coltivate porterà a una migliore comprensione del

cervello biologico e dei suoi meccanismi, con il passo immediatamente successivo che sarà la possibilità di modellare malattie

cognitive in vitro e dunque comprendere a fondo come esse si generano.

Ma questa proposta va oltre il settore biomedico: non è fantascienza poter pensare di realizzare i  A I REDEMEURAL

futuri computer sostituendo i chip in silicio con colture di cervello create in laboratorio: una

soluzione per avere processori più veloci, flessibili e con consumi di energia molto più bassi.

«Si svilupperanno soluzioni di addestramento e interazione con reti neurali coltivate, utilizzando tecnologie all'avanguardia

come l'optogenetica (la metodologia che permette di stimolare cellule cerebrali con la luce) – conclude Cremisi -. Il successo

di questo lavoro avrà implicazioni nel ridurre l'energia e l'inquinamento associati all'Intelligenza Artificiale basata su reti

neurali artificiali e aprirà nuove opportunità scientifiche».A NEUROAI

Il prodotto finale della ricerca sarà un coprocessore AI "biologico" in grado di eseguire compiti AI e 

confronti tra normali reti neurali coltivate e reti neurali coltivate di neuroni portatori di mutazioni 

genetiche associate a malattie cognitive.

Andrea Pantani

(De: SNS News 20 gennaio 2024)

:: Cipensoio ::, Powered by Joomla! Hosting by SiteGround

INFO


Blog Ci penso io: ponte di Cultura, Comunicazione e Commercio fra la Toscana e le Canarie. Idea originale di S. Garro

Registro de Obras Nº:

610144366 (Todos los derechos Reservados)


CONTACTO


Sede Legale:

Via F. Dal Borgo 3, 56125 Pisa (Italia)

Mail:

info@cipensoio.es

SOCIAL


Facebook


Instagram


Twitter


Pinterest


LinkedIn


Tumbrl


Icons made by Freepik from www.flaticon.com