Developed in conjunction with Joomla extensions.

COLABORAMOS

SITIOS AMIGOS

NOS APOYAN

Counter

Today8
Month1303
All60420

Eventi

February 2017
M T W T F S S
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28

Cerca


REGISTRO DE OBRAS

Post #357: Topolina y Fiorello (17)

"CHIDO y FIORELLO en LIMA"

Chido es un Jack Roussell terrier, un perrito que un día se encontraron vagando Ñaña y Martín en la ciudad universitaria.

Le dieron unas galletas y él decidió que era buena hora para ver mundo y conocer otras gentes; así que

los siguió hasta que Martín pensó que no era posible dejarlo así en medio de tantas calles, por lo que lo

acomodó en su bolsa de lana de carnero...donde Chido se encontró abrigado y querido.

Cuando llegaron a la ciudad de los molinos, al sur de Lima, Chido ya estaba inquieto por salir de su refugio durante el viaje de una hora. Allí le recibió la tía Mila, que le dio la bienvenida y le presentó a Fiorello, que había llegado de visita.

Chido lo saludó dando brincos sobre sus patitas traseras y ladridos de alegría.

Fiorello quedó encantado de conocerle..."mucho gusto..." le dijo; sobretodo le gustaron sus patitas cortas

y los dibujos de su cara que parecía una mascarita negra con cejas amarillas y una mancha blanca en

medio, cual leche derramada; las orejitas negras triangulares y móviles que Chido usaba para expresar

sus emociones de modo natural, pues había estudiado actuación y era muy expresivo.

No era más alto que Fiorello, pero si de espalda fuerte y patitas torneadas y musculosas, llenas de pecas negras y amarillas.

Había llegado desde Inglaterra en un gran vuelo cuando era un cachorrito y hablaba inglés tan bien como

español; le gustaba esconder los pañuelos y a veces con sus dientes cortaba círculos perfectos...en el

fondo, hubiera querido dedicarse a la alta costura, y de esa afición le había quedado la costumbre de

recortar círculos de telas de colores para hacer una gran manta en patchwork, que luego regalaba a sus amigos.

También le gustaba practicar footing...y se iba feliz caminando de prisa y en cuanto podía empezaba

sus carreras cortas para estar entrenado. Cuidaba su dieta para estar en forma y le enseñó a Fiorello unos pasos de fox-trot y tango...pues era muy enamoradizo, y para él no había ninguna perrita alta o baja, gorda o flaca, con pelo o sin él...que no le gustara conocer y llevar a bailar.

Así nació una gran amistad entre ellos...que no se rompió ni con la distancia ni con el tiempo...

(Mas: http://www.bubok.es/libros/12317/Cuentos-de-Topolina-Rossa-y-Fiorello-de-Burns)

 

 

Post 356: Del nostro profilo nel FB..."Ci penso io"

Ciao a tutti...Noi ancora in "stand-by" che significa che siamo nel punto...ancora senza slot...

Ma non ci diciamo ciao...solo alcuni giorni e ci verremo ancora ;)

Nel frattempo, vi proponiamo quanto troviamo nel sito del Comune, Pisa Today, Itinera, Volta Pagina, GAMEC Pisa, Studio Gennai, Palazzo Blu, Amici dei Musei, Evensi...Gipsoteca d'arte antica, Museo della Grafica, Museo Nazionale di San Matteo, Palazzo Reale...

...e qualche articolo o tema interesante sia nel FB (Ci penso io-gemellaggio Pisa La Laguna),

Instagram (ilovepisa), Linkedin oppure Tweeter. Ci potete guardare e condividere collegandovi corazones

direttamente dai nostri icona alla vostra sinistra...o cercarvi nelle RRSS.

Mille grazie a tutti i nuovi followers!

Grazie della vostra gentile comprensione...

Buon San Valentino ;)

(Ver: www.pisatoday.it, www.comune.pisa.it, evensi, Amici dei Musei GAMMP, itinera.info)

 

Post #355: La Pisa...romana!

Una propuesta...interesante!

"Alla ricerca della Pisa romana: al via un'indagine archeologica tra i Bagni di Nerone e il Bastione del PARLASCIOPISA

Parlascio, antica porta di accesso della città a nord, dove si trovava una strada romana.

Servirà a capire l'estensione dell'antico complesso termale. «L'Amministrazione Comunale promuove,

insieme all'Università di Pisa, un'indagine archeologica nell'area - spiega l'assessore ai lavori pubblici Andrea Serfogli –

Si tratta di un investimento di 40mila euro che servirà sia a scoprire qualcosa di più sulla nostra storia, sia ad avere gli elementi per ragionare sui recuperi previsti nella zona, in particolare la riqualificazione del Bastione del Parlascio che si legherà all'intervento effettuato sulle Antiche Mura con l'apertura del camminamento in quota e del nuovo parco verde intorno (pomerio). Gli scavi saranno anche un'importante esperienza didattica per gli studenti» continua l'assessore.

«Prima di diventare, nel Medioevo, una grande repubblica marinara, Pisa è stata un importante centro BAGNONERONEPISA

romano e vantava un foro monumentale, templi, un teatro, un anfiteatro e prestigiose abitazioni.

Oggi è visibile solo l'impianto termale noto come 'Terme di Nerone', scavato a più riprese a partire

dalla seconda metà del XIX secolo fino agli anni Quaranta del Novecento, ma ancora in larga parte

da scoprire – spiega la professoressa Maria Letizia Gualandi - la parzialità delle indagini, condotte secondo i criteri dell'epoca e scarsamente documentate, non consente infatti di precisare la planimetria del vasto complesso né la sua cronologia, che attualmente oscilla tra I e II secolo d.C.».

Il progetto è al vaglio della Soprintendenza, una volta avuto parere positivo gli scavi potranno iniziare.


Ricerca:  Le 'Terme di Nerone' costituiscono un case study ottimale per affrontare le problematiche topografiche e storiografiche relative al monumento stesso e, più in generale, alla conoscenza della città romana nel suo insieme. Innanzitutto sarà possibile indagare la successione delle fasi edilizie delle terme, fornendo per ciascuna di esse datazioni più circostanziate, e completarne la ricostruzione planimetrica d'insieme, fornendo interpretazioni più sicure delle funzioni degli ambienti, fino ad arrivare alla ricostruzione tridimensionale degli elevati e delle coperture.

Inoltre l'indagine consentirà da un lato di scendere in profondità (compatibilmente con la falda idrica), per studiare l'articolazione urbana di questo settore della città in epoca precedente all'edificazione del complesso, dall'altro di studiarne l'evoluzione in epoca tardo-antica e medievale recuperando, attraverso lo scavo di zone mai indagate finora, informazioni sulle fasi post-romane, medievali e moderne, brutalmente cancellate dagli scavi del secolo scorso.

Indagini geofisiche e carotaggi costituiranno un utile supporto alla ricostruzione del contesto ambientale e al suo mutamento nel tempo, in parallelo alle trasformazioni del monumento stesso.


Fruizione e valorizzazione:  Le 'Terme di Nerone' si collocano in un'area nevralgica della città: in prossimità di uno degli accessi (Porta a Lucca) e all'estremità di una delle strade più frequentate (asse Corso Italia-Borgo), in collegamento anche visivo con piazza del Duomo, l'area a più alta vocazione turistica. Il nuovo scavo amplierà l'area archeologica di largo del Parlascio che, nell'intento del Comune, sarà recuperata, restaurata e valorizzata.

La zona delle 'Terme di Nerone' verrà così ad integrarsi perfettamente con i percorsi di visita della piazza del Duomo e della 'Passeggiata sulle mura': proprio dall'alto delle mura sarà possibile avere un punto di osservazione privilegiato sull'intera area e, quando lo scavo archeologico sarà terminato, un pannello consentirà a chiunque, attraverso un QCode, di ricevere sul proprio smartphone informazioni e immagini, anche ricostruttive, del complesso attraverso i secoli.

Il recupero del Bastione del Parlascio come contenitore culturale, già previsto dal Comune, potrà offrire anche la sede più opportuna per esporre una scelta dei materiali rinvenuti durante le indagini, con la rara possibilità di unire topograficamente e visivamente i reperti al loro contesto.

Ma anche prima della fine dello scavo, camminamenti e pannellistica predisposti ad hoc permetteranno alla cittadinanza, prima ancora che ai turisti, di osservare da punti privilegiati l'andamento dello scavo, potendo anche godere, ad orari stabiliti, di spiegazioni e visite guidate offerte dagli archeologi stessi.


Didattica:  Uno scavo effettuato nella città sede dell'Università, utilizzando tutti i più moderni strumenti messi a disposizione

dalla tecnologia e sfruttando le più diverse competenze, anche scientifiche, che solo una sede SCAVIPISA

universitaria può offrire, costituisce un'eccellente occasione per gli studenti dei corsi di Archeologia

di completare la loro formazione con esperienze di lavoro sul campo e in laboratorio.

 

Sarà inoltre possibile coinvolgere studenti universitari di altri corsi di studio e anche delle scuole primarie e secondarie di I e II grado, con visite e lezioni sul campo che consentano loro di avere una corretta percezione della complessità e delle diverse competenze che richiede oggi la ricerca archeologica e dunque di fare esperienze che potranno essere loro di aiuto nelle future scelte scolastiche e professionali.

E soprattutto che li rendano cittadini consapevoli del valore dei resti del loro passato e della necessità di proteggerli per le generazioni a venire.

(De: www.comune.pisa.it)

 

Post #354: Topolina y Fiorello (16)

"FIORELLO CONOCIÓ A "TAO" "

Fiorello conoció a "Tao" una mañana de Julio; no comprendía qué hacía tanto ruido en los bajos de su

casa de verano y qué hacía reir a Topolina...que lanzaba una y otra vez una pelota de goma...que él

recogía corriendo.

Entonces se asomó a la ventana, donde el viento hacía sonar las campanas...y vió algo que le pareció : "Oh..qué gato más raro...y qué patas más largas...!"

"Tao", que es un perro muy juguetón y llevaba una pelota de goma en el hocico, también levantó la

cara y entonces pensó: "Ay, pero qué perro tan raro ese subido a la ventana...y qué cola tan extraña

lleva...y de qué forma la mueve..!"

Ambos se miraron sorprendidos...y por un instante hubo tal silencio que se podía oír el vuelo de un ángel; ambos se sonrieron y cada uno siguió a lo suyo.

Aquel día ninguno supo que eran perro y gato; sólo que compartían la misma casa con sus amigos

y ambos eran amados.

(Mas: http://www.bubok.es/libros/12317/Cuentos-de-Topolina-Rossa-y-Fiorello-de-Burns)

 

Post # 353: Y se acaba el 2016..!

...Benvenuto 2017!!!

Han sido semanas intensas...entre bibliotecas, archivos, imprevistos de esos que son adios2016

"realmente imprevistos"... Mil gracias a tod@s quienes nos han apoyado, acompañado,

dado una mano para reorganizar la agenda: Silvia, Sandy C., Gastone B., Antonio A. , y

especialmente a nuestra amiga Martine F. que con sencillez y mucha Paz ha mantenido

la calma en medio de una tormenta...!

Aqui os dejamos el Programa elaborado por el Comune para quienes estais todavia en la city...tenemos unos mediodias plenos de Sol, pero ya sabeis...en realidad nos alegra poder disfrutarlo...aunque dure poco y se sienta el fresquito ;)

Ecco il programma del 31 dicembre nel dettaglio:

*Piazza del Carmine
Ore 16 - "Gli uomini preferiscono le piume" Spettacolo musicale con pupazziCarminePisa
Ore 17 - "Gli uomini preferiscono le piume" Spettacolo musicale con pupazzi
Ore 18 - "Gli uomini preferiscono le piume" Spettacolo musicale con pupazzi

*Largo C. Menotti
Ore 16.30 - "Pupurrì" Pupazzi e Burattini
Ore 17.00 - "Bandita Badabimbumbamband" - Street Band – itinerante
Ore 17.30 - "Pupurrì" Pupazzi e Burattini

*Piazza XX Settembre
Ore 17.30 - "Pindarico" Trasformismo su trampoli
Ore 18.30 - "Asante Kenya" Acrobatic Show
Ore 19.00 - "Bandita" Badabimbumband - Street Band – itinerante  arbolpisa
Ore 19.50 - "Pindarico" Trasformismo su trampoli
Ore 21.00 - "Balkan Bistrot" - Street Band – itinerante
Ore 21.30 – "Asante Kenya" Acrobatic Show

*Piazza Garibaldi
Ore 18.30 - "Beppe Millanta & Balkan Bistrò" Concerto
Ore 21.00 - "Bandita" Badabimbumband - Street Band – itinerante
Ore 22.15 - "Gaudats Junk Band" Concerto
Ore 23.15 - "Gene Gnocchi Show" - intrattenimento comico
Ore 23.45 - "Gaudats Junk Band" Concerto (banda di 13 elementi che suona con strumenti riciclati)
Ore 00.00 - Brindisi di buon anno
Ore 00.25 - "Gaudats Junk Band" Concerto
Ore 00.30 - "Bandita" Badabimbumband - Street Band – itinerante  garibaldipisa
Ore 01.00 – Musica con DJ

*Ponte di Mezzo
Ore 18.15 - "Quadro" danza acrobatica aerea sul fiume
Ore 22 - "Quadro" danza acrobatica aerea sul fiume
Ore 00.05 - Spettacolo Piromusicale di Capodanno
Ore 00.40 - "Quadro" danza acrobatica aerea sul fiume
Teatro Verdi ore 22.15 - "Mummenschanz" spettacolo i musicisti del silenzio


*****************Le chiusure al traffico e i servizi navetta gratuiti**************

Per consentire il lancio dei fuochi verranno chiusi i marciapiedi del Ponte di Mezzo, ma il ponte sarà sempre transitabile a piedi eccetto dalle 23 della Notte di San Silvestro alle 2 di mattina.

Il Ponte sarà invece chiuso alle macchine dalle ore 8 del 30 dicembre alle ore 11 del 1 gennaio.

Chiusi al traffico veicolare anche Lungarno Pacinotti da via S. Maria a Piazza Garibaldi (istituendofestapisa

senso unico di marcia da Via Santa Maria a P.te Solferino); Lungarno Mediceo da Pizza Garibaldi a

Piazza Mazzini esclusa, Lungarno Galilei e Lungarno Gambacorti dalle ore 17 del 31 dicembre alle ore

11 del 1 gennaio.

In piazza San Sepolcro sarà invertito il senso unico di marcia, con nuova direzione da lungarno Galilei a >> via San Martino dalle ore 17 del giorno 31 dicembre alle ore 11 del giorno 1 gennaio.


Sarà inoltre istituito il divieto di sosta con rimozione coatta dei veicoli parcheggiati su:

*Lungarno Galilei (da piazza San Sepolcro a piazza XX Settembre) dalle 7 del 29 dicembre alle 11 del 1 gennaio;

*Lungarno Pacinotti (da via Curtatone e Montanara a Piazza Garibaldi compresa) dalle 14 del 31 dicembre alle 11 del 1 gennaio;

*Lungarno Gambacorti (da piazza XX Settembre a via Delle Belle Donne), dalle 24 del 30 dicembre alle 11 del 2 gennaio;

*Lungarno Sonnino (per due mezzi), dalle 6 del giorno 1 gennaio alle 11 del giorno 2 gennaio.


Per consentire lo svolgimento dello spettacolo pirotecnico che si terrà sul Ponte di Mezzo sarà

inoltre interdetta, per motivi di sicurezza, la navigazione nel tratto dell'Arno  dal Ponte naveArno

Solferino al Ponte della Fortezza, dalle 00.00 del 31 Dicembre alle 00.30 del 1 Gennaio.


Dalle 20.40 alle 02.20 circa, due navette gratuite collegheranno i Lungarni di Mezzogiorno e Tramontana con i parcheggi scambiatori e periferici a intervalli di 20 minuti circa:
Navetta Night LAM Rossa Pietrasantina
"Park Pietrasantina – Via Bonanno – Via Fermi - Ponte Solferino"
Navetta Night LAM Blu Cisanello
"Park Cisanello – Via Matteucci – Via Matteotti – Lungarno Fibonacci –Ponte della Fortezza" 2017

Y es GRATIS! 

Disfrutadlo...Benvenuto 2017!

 

(Fuente: www.comune.pisa.it, Fotos:  de la red)

 

 

:: Cipensoio ::, Powered by Joomla!