Developed in conjunction with Joomla extensions.

Ci Penso Io...!

COLABORAMOS

SITIOS AMIGOS

NOS APOYAN

Eventi

December 2017
M T W T F S S
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Counter

Today7
Month554
All117805

Cerca


REGISTRO DE OBRAS

La Laguna (62) per N.Cataldo

VERSIONE SPAGNOLA

Ciao a tutti e buon fine settimana!
Vi scrivo, infatti, nella serata di questo primo venerdì del mese di dicembre. NAPOLI JUVE17

Che ci faccio in casa di venerdì sera? Ho tre buoni motivi che mi hanno spinto a rimanere in casa stasera. Innanzitutto, ho bisogno di riposare dopo un'altra settimana di fuoco sul lavoro.

Poi, mentre mi scrivo, sto vedendo Napoli-Juventus e, allora, visto che mi sto "informando" su quello che succede in Italia, in un certo senso si può dire che sto lavorando anche ora. ;)

Ma, soprattutto, mi sto concedendo una serata tranquilla perché domattina alle otto e mezza devo essere in aeroporto per andare a prendere il mio amico Doramas che si ferma sull'isola fino a martedì.

Di questo lungo fine settimana del mio amico di Gran Canaria residente a Barcellona vi parlerò nel blog del prossimo mese. Così come dell'abituale visita di dicembre del mio amico barese e milanese d'adozione Pepe.
In questo blog, invece, vi scriverò del mese che si è concluso ieri. Si è trattato di un mese contraddistinto da una quantità di lavoro folle. Nonostante ciò, sono riuscito a ritagliarmi un po' di tempo libero e, almeno in ogni fine settimana mi sono concesso una giornata e/o una serata di relax.


Per esempio, venerdì tre novembre sono stato in compagnia del mio amico di Granada Juan al Teatro Teobaldo Power de La Orotava dove ci siamo fatti grasse risate con lo spettacolo di Mongolia.

Si tratta di un duo comico, composto da uno spagnolo e da un argentino, che da tantissimi anni porta MONGOLIA

in giro per tutta la Spagna uno spettacolo satirico che nel bene e nel male non lascia indifferenti.

A mio parere, in un mondo che sta diventando eccessivamente politicamente corretto e nel quale

diventa sempre più difficile fare umorismo o semplicemente raccontare una barzelletta senza

doversi preoccupare di poter offendere qualcuno, Mongolia è una meravigliosa e politicamente incorretta eccezione.

Sono capaci di scherzare su tutto e su tutti e non lo fanno solo nei loro spettacoli teatrali, ma anche nella rivista che pubblicano a tiratura nazionale e sui social network. E quindi se volete farvi un'idea intelligente, critica, satirica e divertente di quello che succcede in Spagna e nel mondo, vi consiglio di seguirli.

Dal primo venerdì alla seconda domenica del mese il passo è breve, soprattutto se in mezzo c'è un sacco di lavoro. Domenica dodici novembre ho partecipato alla mia terza mezza maratona ed è stato un successone. Ho abbassato il mio tempo di più di tredici minuti fermando il cronometro a 1:46:24.

Un gran bel tempo dovuto soprattutto al fatto che giocavo in casa visto che i ventuno chilometri che ho portato a termine erano nel centro di Santa Cruz, con partenza e arrivo in Plaza de España a tre minuti scarsi a piedi da casa. Anche il clima ha aiutato dato che il sole ha dato una tregua almeno nella parte iniziale della corsa, cosa che non era accaduta ad ottobre nella mia ultima gara al Puerto de la Cruz. E poi anche il percorso più pianeggiante rispetto a quello di un mese prima ha dato una mano. In ogni caso, un tempone, grandissima soddisfazione e una motivazione in più per continuare a correre per vedere se si può migliorare ulteriormente il mio record personale anche se è vero che, causa lavoro, nelle ultime tre settimane mi sono potuto allenare molto meno di quanto faccio normalmente e di quanto mi sarebbe piaciuto.


Prima il venerdì, poi la domenica e nel terzo fine settimana il giorno libero che mi sono preso è stato ESPERANZA17

il sabato, giornata in cui sono andato ad un compleanno di alcuni nuovi amici e colleghi di lavoro in

quel de La Esperanza dove i tre festeggiati avevano affittato una sala per pranzare, ascoltare musica

e ballare un po'.

In serata sono tornato a La Laguna dove ho visto il derby madrileno in compagnia di Juan. E meno male che c'era Juan con il quale è sempre un piacere chiacchierare perché la partita è stata di una noia mortale. Zero a zero e il Barça ringrazia.


E così arriviamo allo scorso fine settimana nel quale mi sono concesso un venerdì sera molto   MANOEXAMEN

tranquillo in giro per La Laguna, solo per bere un paio di birre e staccare un po' la spina.

Inutile dire che tra preparazioni delle lezioni, correzioni di esami e traduzioni varie nel mese di

novembre, purtroppo, il mare non l'ho visto neanche da lontano.

Però, il mese di dicembre si prevede un po' meno pesante e poi arriverà il mio tanto desiderato gennaio nel quale avrò più tempo libero. Per compensare la mancanza di sole e mare, posso parlarvi di qualche piacevole serata infrasettimanale.

Quasi tutte contraddistinte dal calcio. Infatti, il derby madrileno non è stata l'unica partita che ho visto in compagnia di amici e qualche birra. Anche se devo ammettere che i risultati non sono stati per niente buoni.

In Champion's League e anche in Liga il Real Madrid non va benissimo e su Italia-Svezia di lunedì tredici novembre conviene stendere un velo pietoso vista la figuraccia a livello mondiale della nazionale.

Per quanto riguarda il Tete, ieri è stato eliminato dalla Coppa del Rey da un Espanyol a cui l'arbitro ESPANYOL

ha regalato un rigore inesistente rivelatosi poi deciviso. E anche in campionato non decolla del tutto

anche se ha trovato un buon centravanti italiano, Samuele Longo. E io che mi illudevo che sarei

stato il primo italiano nella storia del Tete! ;)


Fortunatamente, non è stato un mese di calcio solo passivo, ma anche attivo visto che sono riucito, dopo quasi due anni di durissima e non voluta astinenza, a giocare a pallone. Anche in questo caso risultati poco positivi: due partite due sconfitte. Però mi sono divertito, ho conosciuto gente simpatica e nella seconda partita ho fatto anche un gol. ;)


Altre due serate infrasettimanali delle quali posso parlarvi sono, invece, state caratterizzate da ottimo cinema.

Il primo giovedì del mese sono andato a vedere Amor a la siciliana, traduzione mal fatta di In guerra CASABLANCA

per amore, gran bel film del regista siciliano PIF che avevo già visto in DVD, ma che ho rivisto con

grande piacere sul grande schermo. E qualche giorno dopo, altra serata al cinema per rivedere un

filmone che, per ragioni anagrafiche, non avevo avuto la possibilità di vedere sul grande schermo:

Casablanca.


Causa lavoro, ho dovuto sacrificare la notte bianca de La Laguna, un bel concerto al Paraninfo de la Universidad de La Laguna, l'inaugurazione di Fotonoviembre e un'interessantissima mostra sull'antico Egitto a due passi da casa.

Per fortuna nel caso degli ultimi due eventi sono ancora in tempo per godermi le esposizioni di MUSEO E BCNA

fotografie e le sculture egizie provenienti dal Museo Egipcio di Barcellona. Anzi, mi sa proprio che

glielo proporrò a Doramas come programma per il sabato mattina. ;) Sembra, infatti, che questo

fine settimana avrò un po' più di tempo libero e allora buon fine settimana a voi e anche a me e

tutta la mia solidarietà ai napoletani che hanno perso contro una buona Juve.

Riposatevi e divertitevi!
Ciao
Nico

 

La Laguna (61) per N. Cataldo

VERSIONE SPAGNOLA

Ciao a tutti e buon primo novembre!

Vi scrivo in tarda mattinata dalla poltrona di casa mia mentre la lavatrice fa il suo sporco lavoro. NOVEMBER17

È che, causa periodo di intenso lavoro, devo ottimizzare il tempo. Ottobre è stato un mese duro dal

punto di vista professionale e, come sempre negli ultimi anni, novembre lo sarà ancora di più.

E allora la giornata di oggi la dedicherò a correzioni e preparazioni di lezioni varie per poi avere un pochino di più di tempo libero nel fine settimana.

Per quanto riguarda oggi, ho deciso di concedermi solo tre pause: i soliti (o quasi) dieci chilometri al giorno di corsa che faccio ogni mattina, la partita di Champion's League del Real Madrid che vedrò stasera a casa in compagnia di un paio di amici ed, evidentemente, questo blog nel quale posso raccontarvi di un mese di lavoro intenso caratterizzato da poco tempo libero, ma di qualità. ;)

Per una volta, cominciamo dalle cose che mi sarebbe piaciuto fare e non ho avuto il tempo di fare KEROXEN17

per mancanza di tempo, anche perché è giusto che vi arrivino tutte le informazioni possibili

sull'offerta culturale dell'isola. Per esempio, durante tutto il mese di ottobre si svolgeva presso il

Tanque Cultural di Santa Cruz il Festival (di musica alternativa e non solo) Keroxen. Gli spettacoli si tenevano tutti i

sabati del mese e per un motivo o per un altro non ci sono andato.

Sabato sette ottobre non ci sono andato per colpa del Plenilunio del quale vi avevo già accennato LUNALLENA17

alla fine dell'ultimo blog. C'erano varie attività in giro per la capitale dell'isola e ho partecipato a

questa festa itinerante a partire dal tardo pomeriggio.

Tra i vari e bei momenti vissuti in quella giornata, ne spiccano soprattutto due:

El lado oscuro del corazón, gran film argentino che ho visto nel TEA in prima serata e l'incontro casuale con Seba. Per quanto riguarda il film, vi dico solo che mi è piaciuto tanto che sono ritornato a vederlo il giorno dopo... lo so, un po' freak, ma era un film che mi avevano consigliato varie volte e varie persone dei cui gusti cinematografici posso fidarmi e lo avevo in sospeso da quasi dieci anni. E magari proprio per questo motivo mi sono sentito in dovere di colmare il debito con due visioni così ravvicinate. ;)

Dopo il film sono andato a fare un giro al Mercado de África, dove c'era musica dal vivo e RECOVA17

degustazione di prodotti locali e lì mi sono ritrovato davanti Seba, una delle prime persone che

ho conosciuto sull'isola. La sorpresa è stata maiuscola perché il nostro cileno è tornato per

l'appunto in Cile da qualche anno e non sapevo del suo viaggio di lavoro a Tenerife.

È stato un grandissimo piacere riabbracciarlo e confermare ancora una volta che, nonostante il tempo e la distanza, resta e resterà sempre un grande amico con il quale ci siamo anche rivisti qualche giorno dopo a La Laguna per vedere un interessantissimo e durissimo film sulla dittatura di Pinochet presso l'Ateneo de la Universidad de La Laguna e per cenare dopo in compagnia di altri amici.

Sabato quattordici ottobre, invece, il motivo per il quale non sono andato al Tanque Cultural per il Festival Keroxen è stato di natura sportiva.

Infatti, in quella serata ho partecipato alla mia seconda media maratona a Puerto de la Cruz nella MARATONPC

quale, nonostante il caldo, l'umidità e le pendenze, ho realizzato un buon tempo migliorando di

quasi tre minuti quello ottenuto a La Laguna a fine aprile.

Che cosa mi ha impedito di andare al Tanque Cultural sabato ventuno ottobre? Un po' di stanchezza e la voglia di un programma più tranquillo.

Stanchezza perché la sera prima ero andato ad una festa di Halloween organizzata in anticipo dalla halowin

mia amica americana Dede per farla coincidere con il compleanno di suo fratello al quale abbiamo

mandato video e foto che lo hanno raggiunto e fatto sorridere dall'altra parte dell'oceano.

E allora con un po' di hangover, sabato sera ho optato per una cena nel nuovo appartameno di due miei vecchi compagni d'appartamento che non vedevo da tempo.

Qual è stato il problema sabato ventotto? Il benedetto problema è stata l'inaspettata e piacevolissima visita di Manu e Sayuri, coppia francovenezuelana che avevo conosciuto a fine agosto in Francia e che ho avuto il piacere di ospitare durante lo scorso fine settimana.

Devo ammettere che li conoscevo poco. Ci eravamo visti solo in occasione della mia ultima e piacevolissima serata a Montpellier, ma c'era subito stata una gran simpatia reciproca che si è rivelata in questo fine settimana l'inizio della scoperta di due bellissime persone e il seme di una nuova e bella amicizia.

In loro compagnia, e non solo, venerdì scorso sono stato al Teatro Guimerá dove mi sono fatto ABUBU

un sacco di risate con la parodia di Drácula ideata ed interpretata con grandissima simpatia e

maestria da Abubukaka, un gruppo di comici locali del quale vi consiglio di vedere qualche video

su youtube se, per ovvie ragioni geografiche, non avete la possibilità di vederli dal vivo. Il giorno

dopo ho portato i due turisti a Benijo, spiaggia paradisiaca, che, come avrete capito dai miei blog

precedenti, noi locali non perdiamo occasione di visitare. ;)

Come sempre, prima di scendere in spiaggia, meraviglioso ed economico pranzo bucolico da Paca.

E allora in serata eravamo troppo stanchi per il Festival Keroxen e per il DocuRock, festival di cinema sulla musica che si teneva presso il TEA durante l'ultimo fine settimana. Quindi, come potete vedere, il Keroxen non è stata l'unica manifestazione culturale che ho saltato. ;)

Però, ci siamo rifatti il giorno dopo con una bella mattinata in quella che è forse la spiaggia più bella TEJITA 17

del sud dell'isola: la Tejita.

Da lì, li ho accompagnati in aeroporto e, visto che ero in zona, ho pranzato a Los Abrigos con la mia

amica Sandra.

Inizialmente l'idea era mangiare in uno dei tanti e buoni ristoranti di pesce di questo piccolo paesino di pescatori, ma all'inizio del lungomare abbiamo visto un nuovo ristorante tailandese e ci siamo lanciati.

Ne è valsa la pena: nonostante dei camerieri, diciamo, un po' particolari, il ristorante era bueno, bonito y barato.

Che altro dirvi nelle poche righe che mi rimangono? Che anche qualche serata infrasettimanale è stata degna di nota e caratterizzata da ottimo cinema.

Per esempio, mercoledì diciotto ottobre e mercoledì venticinque ho visto al cinema in versione HITCHKOCK

originale  e sottotitolati in spagnolo rispettivamente Gli uccelli e Vertigo, due capolavori del maestro

Hitchcock nell'ambito di un ciclo di cinema organizzato dall'aula di Cinema dell'Universidad de La

Laguna e la graditissima visita di Sylvia che spero di rivedere presto.

Morale della favola? Mio nonno diceva sempre che la vita è fatta per due cose: lavorare e divertirsi. E quindi se non vi fidate di me, fate caso a mio nonno! ;)

Un abbraccio nipotini!
Nico

(NdR: gracias a ti, Nico! :)

 

:: Cipensoio ::, Powered by Joomla! Hosting by SiteGround