Developed in conjunction with Joomla extensions.

Ci Penso Io...!

COLABORAMOS

SITIOS AMIGOS

NOS APOYAN

Eventi

May 2017
M T W T F S S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31

Counter

Today6
Month1662
All104787

Cerca


REGISTRO DE OBRAS

La Laguna (52) per N. Cataldo

Esta vez...Nico, por partida doble! Gracias... ;)

VERSIONE SPAGNOLA

Ciao a tutti! Come vi ha trattato questo primo mese dell'anno?


A me benissimo e non è ancora finito visto che vi scrivo nel primo pomeriggio di quest'ultimo lunedì di gennaio.

Da qualche anno a questa parte è diventato quasi (è difficile competere con agosto;) il mio mese preferito dell'anno.

Perché? Per varie ragioni. La principale è forse che in questo mese non ho molto lavoro e ciò mi  calendario fiscal enero 2017 1

permette di rifiatare un po' e di ricaricare le pile in vista dei prossimi quattro-cinque mesi che, se

la tendenza degli ultimi anni si conferma, saranno di fuoco.

Starete pensando che anche nelle due settimane a cavallo di Capodanno non lavoro e avete ragione.

E allora cosa rende speciale gennaio? In primo luogo, ho quella quantità perfetta di lezioni che mi fa pensare al mio lavoro come se fosse un hobby e/o quasi una piacevole distrazione. Ma, soprattutto, sono una delle poche persone che in questo periodo è in semi-vacanza e ciò è un vantaggio in tutti i sensi. Evidentemente a livello psicologico, ma, soprattutto, a livello pratico.

In poche parole, riesco a combinare un po' di lavoro, giornate di relax con orari diversi da quelli a cui sono abituato in altri periodi dell'anno, commissioni varie che ero stato costretto a posticipare negli ultimi mesi e altre che posso e riesco ad anticipare per potermi dedicare più avanti quasi esclusivamente al lavoro.


Tra le altre cose, sono stato dal meccanico per risolvere un paio di piccoli problemi che si portava DENTISTA

dietro la mia macchina, ho visitato il dentista che in data venti gennaio ha sancito la mia definitiva

maturazione cacciandomi via il dente del giudizio ;)


E ancora, come direbbe il mio amico Manu, mi sono finalmente preso le mie responsbilità da maestro birraio e non solo.

Infatti, domenica ventidue gennaio con la ricetta del mio amico di Bari, Lucio, e l'inestimabile aiuto di Juan e dello stesso Manu, ho creato la "mia" Hard Beloña, birra artigianale che imbottiglieremo prossimamente e che sarà pronta per l'assaggio a fine febbraio per accompagnarci in pieno carnevale.

Si chiama Hard Beloña perché a Lucio, che fa di cognome Bellomo, piace molto il nome femminile  BIRRA2017

spagnolo Begoña e perché, a quanto dice lo stesso Lucio e conferma Teresa (loquace impiegata del

più importante negozio per birrai di Tenerife), è stato un anno duro per i luppoli in giro per il mondo.

È la mia prima creazione birraia e incrocio le dita affinché sia buona e devo ammettere che seguire e

coordinare tutto il processo è molto diverso da collaborare sono in alcune delle sue parti.


Tra gli altri piccoli vantaggi di questa specie di orario part-time che porta sempre con sé il mese di gennaio possiamo annoverare la possibilità di vedere in diretta un bel po' di partite di calcio e in questo senso si può dire che quello che sta volgendo al termine è stato il mese della Copa del Rey. E continuerà in queste prime due settimane di febbraio durante le quali si svolgeranno le semifinali di andata e ritorno, una delle quali sarà Atletico Madrid-Barcelona.

Purtroppo, il mio Madrid è stato giustamente eliminato dal Celta de Vigo nei quarti di finale dopo SEVILLACLUB

aver eliminato il Sevilla in un doppio confronto davvero entusiasmente. Anche la Liga quest'anno è molto

appassionante e proprio ieri sera assieme ad alcuni amici ho assistito alla vittoria del Madrid sulla

Real Sociedad che lo riporta nuovamente ad un discreto margine di vantaggio sugli inseguitori.


Ma se pensate che si è trattato di un mese di sport solo passivo, vi sbagliate alla grande perché in quest'ultimo periodo ho avuto voglia e tempo di allenarmi un po' in quella che si sta trasformando in una piccola passione: il running. Infatti, sono potuto uscire a correre quasi tutti i giorni e soprattutto ho partecipato a varie corse.

In rigoroso ordine cronologico: otto chilometri a Fasnia a metà mese, sette e mezzo a Santiago del  LALAGUNA2017

Teide settimana scorsa e quattro chilometri a La Laguna proprio ieri. Molti dei miei amici sono rimasti

sorpresi dalla mia partecipazione a quest'ultimo evento. In realtà, ho deciso di prendervi parte

principalmente per tre motivi: la quota d'iscrizione andava in beneficienza alla ricerca contro il

cancro, si svolgeva a solo quindici minuti di macchina da casa (a differenza di quanto succedeva con le altra due corse) e poi

volevo vedere se potevo accelerare un po' e abbassare i tempi... e ci sono riuscito!

E mentre io correvo per le strade del centro storico de La Laguna, Nadal e Federer si prendevano a pallate in Australia. Nonostante la concomitanza di sport attivo e passivo, grazie all'aiuto (e all'assenza;) di tecnologia non mi sono perso la grandissima finale dell'Australian Open.

Prima di andare a La Laguna avevo messo a registrare la finale e poi ho spento il telefono e mi sono OPENAUSTRALIA

scollegato dal mondo cibernetico per non sapere il risultato della partita... e ci sono riuscito! E così,

non solo mi sono goduto un partitone di tennis come se lo stessi vedendo in diretta, ma anche ne ho

approfittato per stare una mezza giornata senza telefono. Sarà che a volte penso di essere nato nel

secolo sbagliato, ma vi consiglio vivamente di farlo ogni tanto... si guadagna in libertà.


Tuttavia, non è stato solo un mese di sport, ma anche di cultura.

Come sempre l'aumento del tempo libero, fa crescere in modo esponenziale la mia fame letteraria e in questo senso gennaio si sta rivelando un mese di grandi letture sia in quantità che in qualità... e non è ancora finito!

Così come non è ancora finito il libro che sto divorando in questi giorni e che vi consiglio con il cuore  ABRAZOS

in mano: El libro de los abrazos de Eduardo Galeano, scrittore uruguayano che nei suoi mini racconti 

ed aneddoti riesce a combinare senso comune, magia e poesía. E pensare che normalmente

preferisco i romanzi!

A proposito di libri, qualche giorno fa ho scoperto, su consiglio di una mia vecchia fiamma del primo anno sull'isola con cui sono rimasto in buoni rapporti (con la ragazza e anche con l'isola;), Solican, una libreria solidale e mágicamente disordinata in pieno centro di Santa Cruz dalla quale sono uscito con nove libri in più (uno in inglese, due in italiano, il resto in spagnolo) e dieci euro meno.

Fatevi due conti!


Non solo letture, comunque. Anche un bel po' di film, al cinema ma soprattutto vecchi film che avevo in sospeso da troppo tempo. Ed è sempre un piacere pagare debiti di questo tipo ;)

Tra questi, Frida, in cui una meravigliosa Salma Hayek interpreta la magica pittrice messicana. Per  HAYEK

chi non l'avesse visto, film bellissimo con una gran colonna sonora.


Dulcis in fundo, la serata di venerdì scorso in cui abbiamo fatto una bella e riuscita sopresa ad una

collega che domani andrà in pensione.

È stato davvero bello vedere la faccia di Peggy al suo arrivo in un ristorante nel quale pensava che avrebbe cenato solo con un'altra persona. Invece, eravamo circa venti a gridarle SORPRESA!!! Lei se lo meritava e, inoltre, il buon ambiente che regna tra noi colleghi nel centro in cui lavoro è uno dei motivi per il quale mi piace la mia professione.

Si è trattato quindi di un'ottima occasione per condividere un momento fuori dall'ambito lavorativo con i compagni di lavoro e per festeggiare un pensionamento anche perché, con l'aria che tira, chissà se festeggeremo quello della mia generazione ;)


Un abbraccio intergenerazionale!

Nico

 

:: Cipensoio ::, Powered by Joomla! Hosting by SiteGround